3 settembre 2017 | by La Redazione Veneto
Banche, Pipitone: vicenda di una gravità inaudita

“E’ enorme  la quantità di denaro pubblico che lo Stato deve versare direttamente o a garanzia fino ad un massimo complessivo di 17 miliardi per evitare il fallimento degli Istituti di credito. Questi miliardi impegnati hanno alcuni colpevoli: gli amministratori ed i manager delle due banche venete che hanno distribuito soldi a palate senza le necessarie […]

“E’ enorme  la quantità di denaro pubblico che lo Stato deve versare direttamente o a garanzia fino ad un massimo complessivo di 17 miliardi per evitare il fallimento degli Istituti di credito. Questi miliardi impegnati hanno alcuni colpevoli: gli amministratori ed i manager delle due banche venete che hanno distribuito soldi a palate senza le necessarie garanzie o addirittura contro norme e leggi che regolano il credito, atti e azioni su  su cui  la magistratura dovrà verificare gli eventuali reati. E poi ci sono alcune centinaia di persone o aziende che hanno ricevuto questi soldi, da quanto si legge, senza averne titolo. Non meno grave è la responsabilità di chi doveva controllare l’operato e la solidità delle due Popolari Venete. Dov’erano Banca d’Italia e Consob, cioè i controllori, perché non sono intervenuti per tempo? Perché nessuno risponde delle proprie responsabilità o incapacità dimettendosi? E come è possibile che la Lega che governa Regione e comuni veneti  continua di attaccare l’azione di salvataggio del Governo, senza proporre alternative credibili e soprattutto ci chiediamo dove sono stati in questi decenni  di governo del territorio? Il Parlamento sta provando a  salvare l’economia di un territorio, i correntisti che vivono del proprio lavoro, le piccole e medie aziende oneste ma ha anche il dovere di colpire subito quei ” colletti bianchi” che si sono resi responsabili del danno economico al Paese, da Mps alle Venete. Sappiamo che rimangano da ristorare i tantissimi  azionisti truffati e su questo bisognerà impegnarsi per il prossimo futuro. Negli Stati Uniti sarebbero già in galera ad attendere il giudizio di un tribunale ed avrebbero i loro beni bloccati, invece in Italia i beni li hanno già passati ai figli”. Così in una nota  Antonino Pipitone Segretario Idv Veneto.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.



Indirizzo Nazionale:
Via di Santa Maria in Via, 12 00187 - Roma

Telefono Nazionale
06-69923306

Email: info@italiadeivalori.it
Le nostre immagini
Ultimi Tweet
Italia dei Valori - Lazio | Tutti i diritti riservati ©